Linee di sviluppo agricolo

La Fondazione Siniscalco-Ceci Emmaus Onlus conta su un patrimonio costituito da 1242 ettari in provincia di Foggia, frutto delle acquisizioni che la Famiglia Siniscalco effettuò nel corso del XIX e del XX secolo. Per anni è stata l’azienda agraria degli O.O.R.R. L’intento in questo settore è quello di attivare una politica di serio sviluppo produttivo sul patrimonio agricolo a disposizione della fondazione, che saggiamente, dalle precedenti gestioni, è stato conservato senza vincoli pluriennali.

La  Fondazione ha acquisito partecipazione di maggioranza in due nuove imprese sociali, anche esse a tipologia ONLUS. Sono due società agricole che potranno o una sola o entrambe partecipare ai nuovi piani di sviluppo rurale . Si aspettano i piani operativi. Si è acquisito partecipazione al 99% nelle società agricole sotto forma di imprese sociali:

  • Terra Bio, per poter seguire gli sviluppi in campo biologico. Si è  impiantata una coltivazione di melograni di circa 11 ettari in agro di Foggia
  • Oggi la Fondazione mediamente lavora in proprio circa 800 ettari e ne da circa 400 in affitto stagionale. 500 ettari di questi sono a coltivazione biologica ( con certificazione ICEA).
  • Nostro partner di eccellenza per il biologico è la ditta Alce Nero con Lucio Cavazzoni presidente
  • Partecipazione alla società   Mediterre.bio  con Alce Nero

 

Il 23 giugno si è costituita la società Mediterre.bio con Alce Nero che si pone i seguenti obiettivi:
(dallo statuto) Scopo

….. Mediterre.bio, che potrà aggiungere alla sua denominazione “con Alce Nero” attraverso uno specifico contratto di licenza, viene costituita per i seguenti obiettivi:
a) sviluppo e rafforzamento dell’agricoltura in senso agroecologico e delle produzioni biologiche sui territori di competenza (che sono tutta l’Italia, con una forte attenzione al centro sud ed a tutta l’area del Mediterraneo, ivi compresi tutti i paesi nei quali siamo impegnati nello sviluppo del fair-trade) attraverso il progressivo coinvolgimento degli agricoltori e delle imprese;

  • In collaborazione con la coop 3 F si stanno coltivando  n. 2 ettari ad asparago, oggi siamo al terzo anno.
  • Si sta portando avanti la lavorazione del frutteto in agro di Lucera e delle altre culture arboree. Oggi gli alberi piantati sono circa 2500.

I lavori aziendali sono stati fatti con:

  • Contoterzisti privilegiando i vicini delle varie zone
  • Assunzioni a tempo determinato per particolari lavorazioni come estirpare erba
  • Valorizzando le competenze delle due società agricole Terra Bio e La Spiga partecipate dalla Fondazione al 99%;
  • La cooperativa sociale Emmaus che si occupa dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate

Persone occupate a vario titolo e a tempi differenti nel corso dell’anno sono state: 5 in modo più continuativo; 20 stagionali per alcune giornate, quasi tutti immigrati.  Da questo calcolo sono esclusi i contoterzisti.
Al momento, grazie anche all’acquisto di uno strumento più efficiente stiamo spostando più lavorazioni nelle gestione diretta e meno lavori a contoterzisti.